Malformazioni polmonari (CCAM)

Con il termine malformazioni polmonari si intendono una serie di malformazioni diverse. Ciò che accomuna queste malformazioni è il fatto che il tessuto polmonare malformato schiaccia il polmone normale e ne impedisce la crescita. L’evoluzione della malformazione è variabile. Mentre alcune restano di dimensioni costanti oppure addirittura si riducono, altre crescono rapidamente causando problemi alla circolazione del bambino.

Per mezzo di un’ecografia è possibile diagnosticare queste malformazioni. Nella figura si vede un tessuto polmonare molto chiaro (L) e accanto avvallamenti neri, che in medicina vengono denominati cisti (C). Spesso queste malformazioni e cisti crescono fino all’ultimo quarto della gravidanza e poi le loro dimensioni restano costanti.

Nei casi normali il bambino viene alla luce in modo spontaneo e non sono necessarie terapie immediate. Tuttavia in un secondo momento è necessario eseguire un’altra immaginografia (CT, MRI) per pianificare la procedura successiva. Nei casi normali si tratta di un’asportazione chirurgica del tessuto polmonare malformato in modo da evitare polmoniti o una degenerazione. In rari casi il bambino ha bisogno di un ausilio per respirare dopo la nascita. Se si rivela necessario, è preferibile eseguire un esame per poter eventualmente intervenire chirurgicamente il prima possibile.

Solitamente, una volta asportata la malformazione i bambini non hanno più limitazioni e conducono una vita normale senza particolari problemi clinici.

Partner

Un team interdisciplinare esperto con una formazione specifica.