Problemi relativi ai gemelli

Durante una gravidanza gemellare si verificano complicazioni soprattutto quando i gemelli devono dividersi una placenta e quindi anche l’alimentazione.

In una placenta comune sono presenti molte connessioni vascolari (1), attraverso le quali possono verificarsi passaggi di sangue tra i gemelli. Se l’afflusso di sangue non è equilibrato, un bambino può ricevere troppo sangue e l’altro troppo poco (= sindrome da trasfusione feto-fetale) ed entrambi i gemelli possono morire. Se la natura ha previsto una ripartizione diversa dell’area della placenta tra i gemelli, è possibile che un bambino sia sensibilmente più piccolo (2) e che poi non cresca più.

Se l’afflusso di sangue tra i gemelli all’interno di una placenta non è equilibrato, con l’aiuto di una ecografia è possibile rilevare che uno produce troppo liquido amniotico (1) e l’altro troppo poco oppure che non ne produce più (2). Le misurazioni della circolazione, per esempio nel cordone ombelicale, sono necessarie per continuare a valutare lo stato di salute dei gemelli.

A livello clinico, le donne incinte osservano spesso un aumento repentino della pancia (3), che può essere accompagnato da dolori al basso ventre e alla schiena, ma che può causare anche problemi quando si è sdraiate o si respira.

Un’endoscopia fetale permette, tramite terapia laser, di sclerosare le connessioni vascolari tra i gemelli nella placenta (1) e dividere così lo spazio all’interno della placenta in modo da garantire ad ogni gemello la sua quantità di placenta e arrestare lo scambio di sangue. Durante l’operazione, i movimenti respiratori della gestante possono rendere più difficile l’uso del laser (2). Raramente, ad esempio in caso di malformazione isolata di un gemello che non è in grado di sopravvivere e che divide la placenta con il gemello, un’endoscopia fetale può anche indicare la necessità di eseguire una sclerosi del cordone ombelicale. Inoltre, con l’aiuto dell’endoscopia fetale è possibile separare i corion che mettono in pericolo lo sviluppo di uno o di entrambi i gemelli.


p_zwillingsprobleme_06

Al termine della terapia laser, le probabilità di sopravvivenza di almeno uno dei gemelli sono dell’80-90%.

A seconda del grado di gravità della patologia, della divisione della placenta e del decorso operatorio, la probabilità che sopravvivano entrambi i gemelli è del 50%. La complicazione principale durante l’intervento operatorio è la rottura anticipata delle membrane fetali con conseguente parto prematuro e relative complicazioni.

Partner

Un team interdisciplinare esperto con una formazione specifica.